fbpx

Dopobarba in estate

Come un tè freddo con ghiaccio: il dopobarba in estate deve lasciare quella sensazione di freschezza subito dopo la barba, ma è consigliato anche per lenire la pelle dopo un bagno di sole o quando rossori e irritazioni la fanno da padroni.

L’estate è un momento critico per la pelle, per questo gli aftershave di stagione sono in grado di migliorarne l’aspetto, regalando un viso più sano e curato. Ne esistono di vari tipi e texture, ma tutti presentano delle caratteristiche universali: idratano, purificano, restringono i pori e profumano la pelle.

La rasatura è un gesto quotidiano solitamente considerato “aggressivo” perché espone la cute ad un’elevata secchezza, ma con l’aiuto di un buon dopobarba dall’azione rinfrescante, meglio se arricchito con Aloe dalle proprietà calmanti e lenitive, la pelle può ritrovare la giusta idratazione e protezione dallo stress del rasoio.

Non c’è dopobarba che non sia capace di svolgere anche un’adeguata azione antibatterica e che si prenda cura dei piccoli tagli evitando così la comparsa di infezioni, pustole e peli incarniti.

Altrettanto importante è la consistenza di questi inseparabili amici della pelle maschile: il miglior trattamento per combattere le alte temperature è sicuramente la formula in gel che grazie al suo effetto ghiaccio, dona al viso un’immediata piacevolezza e benessere. Un altro aspetto di cui tenere conto è la scelta del profumo, non troppo forte ma nemmeno evanescente, la fragranza perfetta deve essere delicata tanto quanto basta per apparire più affascinanti e stimolare sensazioni positive anche nelle altre persone.

Un altro compito del dopobarba è quello di restringere i pori, meglio se in crema perché più adatto alle pelli sensibili che necessitano di formule naturali pensate per nutrire e rivitalizzare l’epidermide, permettendo a viso e collo di respirare più a lungo dopo la barba, oltre che renderla più resistente contro gli agenti esterni.

Ti potrebbe interessare anche